L'efficienza energetica di una palestra definirà le sue bollette dell'elettricità e del gas. La bolletta della luce infatti in questo senso è lo strumento più importante per analizzare i propri consumi. I gestori attenti all'ambiente e che vogliono pagare meno sulle bollette scommettono sul miglioramento dell'efficienza energetica della loro palestra. In questo senso, la climatizzazione è uno degli aspetti in cui si può intervenire, in questo articolo vi diciamo come. 


Le vostre bollette riflettono l'efficienza energetica della vostra casa


Il miglioramento dell'efficienza energetica di una palestra ha due beneficiari: il pianeta, riducendo i gas inquinanti; e il gestore del centro sportivo, perché paga meno nelle bollette. Tuttavia, quest'ultimo beneficiario potrebbe non esserlo se non sceglie correttamente le sue tariffe. 


È importante che l'utente conosca le sue esigenze, ad esempio, molti gestori pagano di più perché hanno una potenza elettrica di cui non hanno bisogno. Modificare la potenza del contratto significherebbe un risparmio nel termine fisso di ogni bolletta. Infatti, è fondamentale imparare a valutare i propri bisogni energetici per essere in grado di decidere se conviene diminuire la potenza del contatore della luce.


D'altra parte, se la tariffa contrattata non è la migliore, dovrete sapere quale di tutte le tariffe esistenti per l'elettricità o il gas è la migliore per voi, contrattando con Enel, Eni, Iren... Potete utilizzare un comparatore di offerte per vedere chi offre i prezzi migliori, consultare le opinioni di Iren e delle altre aziende nei forum, chiedere consigli ad un particolare esperto. Per decidere l’offerta che fa per te: è consigliabile indicare le particolarità della vostra palestra (come il numero di atleti, gli orari di apertura, le dimensioni e la ventilazione delle sale) e utilizzare un comparatore di offerte di luce.


Consigli per l'aria condizionata per aiutarvi a risparmiare nella vostra palestra


L'impianto di climatizzazione cerca di garantire che le condizioni di temperatura, pulizia dell'aria e umidità all'interno degli ambienti di allenamento siano adeguate e confortevoli per gli atleti. Ecco alcuni aspetti che possono migliorare l'efficienza energetica del condizionamento dell'aria: 


  1. Isolamento: per evitare che la temperatura all'interno dell’ambiente subisca variazioni dovute a cause esterne, è necessario garantire il più possibile un buon isolamento all'interno della palestra. Per evitare perdite di temperatura, è necessario isolare tetti, facciate (comprese le finestre) e pavimenti. 
  2. Mantenere una temperatura stabile: d'altra parte, l'aria condizionata d’estate e il riscaldamento d’inverno, svolgono un ruolo importante nella climatizzazione. Per questo primo dispositivo, c'è la possibilità di scegliere il programma ecologico, che consuma meno energia di un programma classico. La temperatura dell'aria condizionata deve essere compresa tra 24º e 26º e per il riscaldamento 18º. 

Nelle mezze stagioni è da valutare anche la possibilità di spegnere il climatizzatore e ventilare gli ambienti tramite le finestre.

  1. Ventilazione: anche la ventilazione è essenziale per una qualità dell'aria ottimale. Si consiglia di ventilare per prima cosa al mattino per 10 minuti per rinnovare l'aria all'interno della palestra. E in seguito per 5 minuti al termine di ogni allenamento.